PIANEZZE

Situato in bella posizione sulla fascia pedemontana dell’Altopiano di Asiago, fra l’Astico e il Brenta, il territorio del Comune di Pianezze si estende parte in collina e parte in pianura.

La prima attestazione di Pianezze risale al 1025, nella forma “Planicia”: il nome deriva dal latino planities che significa “superficie piana”. Probabilmente l’appellativo si riferiva allo spazio pianeggiante inserito tra le colline dove sorge il centro storico.

Dagli indizi emersi durante il recente restauro della chiesa dei santi Filippo e Giacomo, che risale al periodo franco-longobardo, l’area collinare sembra essere stata abitata fin da epoca protostorica.

All’inizio Pianezze era considerata una semplice località inserita nel territorio marosticense. Poi, nel XIII secolo, diventò un “colmello” o “colonello” ovvero una frazione di Marostica: un territorio fertile che sorgeva sui colli vulcanici, ricco di sorgenti e che abbondava di colture, in particolare di frutti. In questo periodo risultano esserci state opere fortificate.

Tra i luoghi storici da visitare, troviamo la Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo, dedicata al patrono del paese, e l'Oratorio dei Santi Filippo e Giacomo, una chiesa situata su un colle. Inoltre, c'è la Villa Maroso risalente al XVI secolo.

Il territorio è noto per la coltivazione del ciliegio. La famosa varietà "Sandra", molto richiesta sul mercato per le sue qualità, è stata scoperta proprio a Pianezze nei lontani anni '20.

SCOPRI IL TERRITORIO